Inaugurazione de "La Rotonda di Adelfia" - testimonianze archeologiche dalla catacomba di S. Giovanni (SR)

Inaugurazione de "La Rotonda di Adelfia" - testimonianze archeologiche dalla catacomba di S. Giovanni (SR)

 

 

A meno di un mese dalla riapertura, dopo un periodo di chiusura per lavori, il Museo archeologico regionale Paolo Orsi di Siracusa si arricchisce di un nuovo spazio espositivo. Il 17 maggio in occasione della Notte dei musei, sarà inaugurata (alle ore 18:30) e successivamente aperta al pubblico gratuitamente (dalle ore 20:00 alle 23:00) il settore intitolato alla Rotonda di Adelfia ed alle altre testimonianze archeologiche ritrovate nella catacomba di S. Giovanni a Siracusa.

Opera di spicco l’omonimo sarcofago, meraviglia dell’età costantiniana, ritrovato il 12 giugno 1872 da Francesco Saverio Cavallari all’interno della Catacomba di San Giovanni. Il manufatto, in lastre di marmo bianco scolpite con scene del Vecchio e del Nuovo Testamento, risale probabilmente al IV secolo dopo Cristo. Un iscrizione, sul coperchio, ci indica il nome della nobile Adelfia e del marito Valerio, che, rimasto vedovo, volle una sepoltura degna per accogliere le spoglie della moglie. Dopo il trasferimento del museo, alla fine degli anni Ottanta, nell’attuale sede di villa Landolina, il sarcofago è stato esposto in poche occasioni e per brevi periodi; adesso viene restituito definitivamente alla città di Siracusa e all’intera comunità culturale: l’esposizione costituisce infatti il primo nucleo del settore F, l’ultima area espositiva del Paolo Orsi, dedicata all’archeologia cristiana e bizantina, di futuro allestimento.

L’obiettivo è stato quello di contestualizzare il più possibile il sarcofago nel luogo della sua scoperta, tentando di ricostruire all'interno dello spazio museale prescelto, che intenzionalmente ricorda la forma subcircolare della Rotonda in cui fu rinvenuto, le suggestive atmosfere dell’antico cimitero sotterraneo. Fanno da corona all’esposizione una serie di testimonianze provenienti dallo stesso complesso catacombale di San Giovanni. Prima fra tutte l’iscrizione di Euskia, scoperta da Orsi nel 1894 poco lontano dalla rotonda del sarcofago, il primo documento ad attestare, già agli inizi del V secolo d.C., l’esistenza di un culto a Lucia, protettrice di Siracusa.

Con l’esposizione del sarcofago di Adelfia e con il ritorno del Priapo dalla trasferta al PaulGetty Museum di Los Angeles e poi al Cleveland Museum of Art in Usa, il Paolo Orsi arricchisce la propria offerta, in coincidenza anche con l’avvio delle Rappresentazioni classiche al Teatro greco di Siracusa delle quali quest’anno si festeggia il centenario. Alla cerimonia di inaugurazione ed alla successiva visita della Rotonda di Adelfia faranno da sottofondo brani musicali classici eseguiti dagli allievi del 15° Istituto comprensivo Paolo Orsi di Siracusa.

Archeounict - Palazzo Ingrassia, via Biblioteca, 4 -95124- Catania (Italia) - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Joomla School Templates by Joomlashack